21/02/23

La normativa per gli autisti: ore di guida e ore di riposo

La normativa per gli autisti: ore di guida e ore di riposo

La sicurezza come chiave del trasporto

Per un trasporto sicuro ed efficiente, è fondamentale la normativa Europea sui tempi di guida e di riposo degli autisti dei mezzi di trasporto sia di merci che di persone.

Il controllo e il monitoraggio delle ore di guida, oltre ad essere essenziale per la sicurezza degli autisti, è fondamentale per prevenire eventuali inconvenienti; il mancato rispetto delle ore di riposo, infatti, è uno degli elementi che più influenzano incidenti stradali, mettendo a rischio l’incolumità delle altre persone e degli stessi autisti.

 

Le ore di guida e di riposo

La regolamentazione dei tempi di riposo prevede che i conducenti non debbano guidare più di 9 ore al giorno (con la possibilità di prolungare le ore totali, per 2 volte alla settimana, fino a 10), con una pausa di 45 minuti consecutivi dopo 4 ore e mezza di guida, per un totale massimo di 56 ore settimanali.

 

Il cronotachigrafo

Nel monitoraggio delle ore degli autisti, entra in aiuto la tecnologia che ad oggi permette alle aziende di avere sotto controllo la gestione dei propri mezzi e delle loro modalità di utilizzo.
Lo strumento che permette questa verifica è il cronotachigrafo, installato su tutti i veicoli commerciali ed industriali circolanti nell’Unione Europea:
– Veicoli adibiti al trasporto di cose di peso complessivo superiore alle 3,5 tonnellate (autocarri, autotreni, autoarticolati)
– Veicoli adibiti al trasporto di passeggeri (autobus, autosnodati) con numero di persone, compreso il conducente, superiore a nove.

Infine, bisogna ricordare che il mancato rispetto della normativa comporta la decurtazione dei punti della patente e sanzioni pecuniarie, oltre ai rischi già citati.

Per rimanere aggiornato sul mondo dei trasporti, consulta il nostro sito!